Thailandia: politica, religione, monarchia

Pin It

Thailandia: politica, religione, monarchia

La bandiera della Thailandia presenta cinque bande orizzontali in rosso-bianco-blu-bianco-rosso. I tre colori rosso, bianco e blu simboleggiano rispettivamente “nazione, religione e re“. Il rosso, infatti, è il colore del sangue versato per la patria, il bianco vuole indicare la purezza del Buddhismo, mentre il blu è il colore dei reali della dinastia Chakri.

La prima bandiera usata per il Regno di Ayutthaya (1350-1767) era una semplice bandiera rossa e rendeva omaggio alle missioni francesi. Dopo la caduta del Regno di Thonburi nel 1782, il nuovo re Rama, decise di completare la bandiera con un nuovo elemento: il simbolo bianco del Sudarshana Chakra, ossia l’arma a forma di disco con cui combatteva la divinità indiana Vishnu. Rama II, nel 1809 decise di aggiungere al vessillo un elefante bianco (simbolo del prestigio del sovrano). Rama IV, che regnò dal 1851 al 1868, fece togliere l’arma di Vishnu e decise di mantenere, ingrandito, l’elefante bianco.

Rama VI, nel 1916 introdusse un piedistallo sotto al disegno dell’elefante ed alcune decorazioni. La nuova bandiera, molto difficile da riprodurre artigianalmente e caratterizzata da un alto costo, però, non ottenne consensi e, quindi, l’anno seguente, il sovrano modificò nuovamente il vessillo: l’elefante sparì ed al suo posto comparvero 5 semplici strisce orizzontali di cui la superiore, la centrale e la inferiore erano rosse e le altre due bianche. Da lì a qualche mese, il re Rama VI decise di disegnare, personalmente, una nuova bandiera (quella che ancora oggi è in vigore) e sostituì il colore rosso della striscia centrale con il blu.

Attualmente, in seguito al colpo di stato di maggio 2014, la Thailandia è una dittatura militare (o meglio una Monarchia parlamentare sotto una giunta militare) ed il potere è, a oggi, nelle mani di una giunta militare diretta dal generale golpista Prayuth Chan-ocha.

E’ stato proprio Prayuth Chan-ocha a deporre il governo ad interim di Niwatthamrong Boonsongpaisan. La mattina del 23 maggio, Prayuth si è auto-proclamato primo ministro ad interim della Thailandia ed ha convocato 23 leader politici nazionali nonché 114 esponenti delle dimostrazioni dei mesi precedenti. In tutto il Paese vige la legge marziale.

Phleng Chat
è l’inno nazionale thailandese; adottato ufficialmente il 10 dicembre 1939, in sostituzione del vecchio inno Khun Wichitmatra.
Il Re

La Thailandia ha anche un Re: Rama IX, asceso al trono il 9 giugno 1946 e i thailandesi lo adorano. Per loro, il sovrano “è il protettore della nazione e anche il sommo cerimoniere di tutti i riti buddisti” e di conseguenza è intoccabile (addirittura, in un tempo non troppo lontano era considerato sacro). Per avere un’idea di quanta devozione vi sia nei confronti della casa Reale basti pensare che i thailandesi non vanno mai dal barbiere, o dal parrucchiere, di mercoledì.

Il motivo? Per tradizione, i membri della famiglia reale si tagliavano i capelli in questo giorno della settimana e, quindi, considerano irrispettoso compiere un’azione in contemporanea con i regnanti!

I monaci

I thailandesi hanno grande rispetto dei monaci: non solo non osano rivolgere loro la parola, ma addirittura, è fatto divieto alle donne thailandesi di toccarli!

Ovviamente, hanno grande deferenza anche nei confronti della religione buddista e dei suoi simboli: prima di entrare nei templi (“wat“) si tolgono le scarpe e, una volta, all’interno evitano di rivolgere i piedi (la parte meno nobile del corpo umano) verso l’immagine sacra del Buddha.

Hotel Consigliati

Dream Hotel Bangkok

Dream Hotel BangkokUbicato lungo la strada Sukhumvit 15, a 5 minuti a piedi dalla stazione MRT di Sukhumvit, il Dream Hotel Bangkok offre una piscina all'ultimo piano, u [...]

Bangkok Hotel Lotus Sukhumvit

Bangkok Hotel Lotus SukhumvitSituato in una posizione centrale, il Bangkok Hotel Lotus Sukhumvit offre un parcheggio privato gratuito, una piscina all'aperto e una sauna. Il Bang [...]

The Maruay Garden Hotel

The Maruay Garden HotelIl Maruay Garden Hotel dista 15 minuti di auto dall'aeroporto Don Muang di Bangkok e offre sistemazioni a prezzi accessibili in una zona ben servita d [...]

Trang Hotel Bangkok

Trang Hotel BangkokSituato a Khaosan, a 3 km dalla stazione ferroviaria di Hualumphong e a 10 minuti di auto dal Grande Palazzo Reale, il Trang Hotel Bangkok offre gratu [...]

Royal President Bangkok

Royal President BangkokSituato sulla 15ª traversa della Sukhumvit, nel cuore di una zona dedicata allo shopping e all'intrattenimento, il Royal President Bangkok offre ampi [...]

Grand President Bangkok

Grand President BangkokUbicato a 5 minuti di cammino dalla stazione BTS Nana, il Grand President offre la connessione Wi-Fi gratuita in tutta la struttura, un parcheggio com [...]

Novotel Bangkok on Siam Square

Novotel Bangkok on Siam SquareSe amate rilassarvi nei lussuosi centri benessere, ballare al ritmo di famosi DJ o assaggiare prodotti da forno freschi, al Novotel Bangkok on Siam Sq [...]